analysis-2030265_1920

Il significato della malattia e la sua interpretazione

Il nostro corpo ci avvisa sempre prima di ammalarsi, ma noi ascoltiamo i suoi messaggi?

Se li ascoltassimo, non giungeremmo per causa nostra a patologie gravi, ma se anche giungessimo a patologie importanti, la bellezza della nostra esistenza è tale per cui, se imparassimo a leggere il linguaggio profondo della nostra Persona e se conoscessimo sufficientemente i suoi meccanismi di compensazione e di sopravvivenza, capiremmo che la patologia è sempre una occasione di crescita.

Infatti, la malattia può talvolta avere come scopo quello di farci capire che la strada che stiamo percorrendo deve essere modificata.
Si può dedurre allora che la nostra patologia ha anche una finalità terapeutica che ci dovrebbe indurre a chiederci il perché della sua comparsa e anche cosa dobbiamo fare per cambiare percorso di vita.

La malattia pertanto, nei casi in cui sia conseguenza di un nostro errore, deve diventare occasione di riflessione e di stimolo per migliorare la nostra direzione di marcia, dato che quella che fino a quel momento abbiamo percorso non poteva esser corretta, dato che ci ha portato a quella malattia.

Quindi, se il nostro modo di vivere ci ha portati lì, significa che abbiamo sbagliato qualcosa.

D’altra parte:

se fossimo perfetti non ci ammaleremmo e non avremmo bisogno del campanello d’allarme della malattia per essere avvisati che abbiamo da migliorare il nostro stile di vita!

Una logica conseguenza di questa considerazione è che:

se noi Medici vivessimo in prima persona nella nostra vita una vera e corretta Prevenzione Primaria e poi la spiegassimo ai nostri Pazienti saremmo sicuramente più convincenti e forse molte persone non si  ammalerebbero!

Comunque, in fin dei conti, quello che serve ricordare è che, se ci ammaliamo, non dobbiamo mai arrabbiarci con qualcosa di esterno a noi, ma dobbiamo chiederci il perché della malattia e cosa dobbiamo fare per eliminare le sue radici, cioè la sua causa vera e non solo i sintomi esterni.

Nella malattia dobbiamo sempre cercare l’iceberg sommerso e non solo la piccola punta!

 

Questo e altri argomenti sono trattati in modo approfondito nel mio libro “La Medicina che vorrei. Personalizzata, Integrata e Umanizzata“.