vaccini_m

Per tutti i genitori che hanno vaccinato i loro figli

Indagine conoscitiva nazionale delle Associazioni per la Libertà Vaccinale

I Servizi delle ASL predisposti alle vaccinazioni sono soliti assicurare che i vaccini non causano alcun effetto indesiderato importante e, se ciò accade, è un evento eccezionale. Quindi, ci viene chiesto di vaccinare i nostri figli garantendoci che i vaccini sono utili, necessari e innocui. Però i vaccini sono farmaci e sappiamo che non esistono farmaci senza effetti indesiderati.

In Italia, le vaccinazioni obbligatorie per Legge sono 4 (vaccini contro difterite, tetano, poliomielite ed epatite B), ma somministrano, senza alcuna spiegazione, inizialmente 7 vaccini (quelli precedenti, più i vaccini contro pertosse, emofilo B, pneumococco), poi altri 5 (vaccini contro morbillo, parotite, rosolia, meningococco C, varicella) e annualmente ci propongono spesso anche quello contro l’influenza. In tutto, senza spiegarci nulla, ci obbligano a inoculare circa 25 antigeni vaccinali (compresi i richiami) nei primi 15 mesi di vita del bambino.

Ci fanno firmare il consenso “informato” prima di vaccinare i nostri figli, ma non ci informano assolutamente dei possibili danni vaccinali. Inoltre, se noi chiediamo che il medico vaccinatore ci firmi un documento in cui dichiara quello che ci assicura a voce, e cioè che il vaccino non recherà alcun danno al bambino, si rifiuta assolutamente di firmare. Quello che è peggio, è che non ci vengono forniti dati relativi ai possibili effetti indesiderati dei vaccini e lo stesso Ministero della Salute non dispone di dati nazionali sulla reale incidenza annua dei danni da vaccinazione.

Eppure, i medici che si interessano di questo problema ricevono innumerevoli richieste di intervento nei riguardi di svariati effetti indesiderati, alcuni lievi e altri gravissimi, alcuni di breve durata e altri irreversibili, che fanno pensare che questo problema sia tutt’altro che eccezionale. Inoltre, sono sempre più numerose le domande di indennizzo che i medici legali di questo settore ricevono da genitori convinti che i vaccini eseguiti abbiano gravemente danneggiato loro figlio.

Praticamente tutti i genitori che ci contattano a causa di un danno vaccinale affermano che prima di allora non sapevano assolutamente nulla del rischio che correvano con la vaccinazione.

Infine, sappiamo anche che la maggior parte dei genitori riferisce di aver avvisato il proprio medico di fiducia dell’evento avverso, ma di non essere stati né considerati né creduti ed è pertanto palese che in questi casi il danno vaccinale non venga segnalato agli organi di Farmacovigilanza competenti. Cogliamo l’occasione per ricordare al Lettore che esiste una scheda che può essere compilata da tutti i cittadini (medici e non medici) in caso di reazioni al vaccino. La scheda va scaricata dal sito dell’AIFA.

Comunque, data la grave carenza di raccolta dati che esiste nel nostro Paese diversamente da quanto accade negli altri Stati, abbiamo pensato di fare qualcosa anche noi per conoscere la realtà italiana sui danni vaccinali, perché pensiamo che non possiamo continuare a vaccinare i nostri figli senza sapere quanto questo trattamenteo sia innocuo o dannoso!

Pertanto, abbiamo pensato di organizzare una Indagine conoscitiva Nazionale sui Danni da Vaccini in modo da poter rendere noti, alle Autorità Sanitarie e anche ai genitori stessi, i dati più verosimili sull’entità di questo grave problema che minaccia la salute dei nostri figli.

Il CoRIV (Coordinamento per la Ricerca e l’Informazione sulle Vaccinazioni) chiede pertanto a tutti i genitori, a tutti coloro che hanno un familiare che è stato colpito da un danno vaccinale e a tutte le Associazioni sensibili a questo problema, di compilare una scheda apposita (disponibile in formato elettronico sul sito del CoRIV).

Questa scheda va compilata non solo da coloro che hanno un familiare attualmente danneggiato da una vaccinazione, ma anche nel caso un loro familiare sia stato danneggiato in precedenza e ora è guarito o, disgraziatamente, deceduto.

Quali sono i danni o disturbi vaccinali che desideriamo censire?

VOGLIAMO CONOSCERE TUTTI I DANNI VACCINALI, sia quelli recenti sia quelli accaduti molti anni fa.
Non desideriamo raccogliere solo i danni vaccinali gravi, ma anche quelli lievi, passeggeri e/o localizzati, perché gli studi scientifici eseguiti negli altri Stati raccolgono tutte le reazioni avverse causate da una vaccinazione.
Non ci interessano solo i danni vaccinali riconosciuti dal pediatra o dall’ASL, ma, oltre a questi, anche tutti i disturbi che i genitori hanno attribuito al vaccino o comunque che sono insorti dopo la vaccinazione: da poche ore dopo, a molti giorni dopo.

Non ci interessano solo i sintomi patologici organici veri e propri, ma anche i disturbi caratteriali o le alterazioni del sonno o dei ritmi di vita che sono insorti dopo la vaccinazione.
La scheda richiede pochi minuti per essere compilata e diventerà uno strumento molto chiarificatore per sensibilizzare la gente e le Autorità competenti sui danni da vaccino.
Per tutte le altre informazioni, rinvio al sito del CoRIV.

Siamo coscienti che stiamo chiedendo un piccolo sacrificio, ma siamo certi che è utile per evitare che anche altri bambini innocenti subiscano danni vaccinali, talvolta così gravi da mettere in pericolo la loro vita o comunque la loro realizzazione e felicità future.