uova_a

Uova di gallina: utilità e pericoli connessi al loro consumo

Le uova sono un alimento nutrizionalmente completo per la vita animale, altrimenti non permetterebbero la nascita di un pulcino!

INDICE
Le proprietà nutrizionali delle uova
Evitare le uova di galline tenute in gabbia
Il regolamento CEE 834/2007
Quante uova si possono mangiare?
Attenzione alle uova che acquistate
Podcast

Le proprietà nutrizionali delle uova

L’uovo degli uccelli è ritenuto un alimento ‘completo’ semplicemente perché ha tutte le sostanze che permettono lo sviluppo dell’embrione (è carente solo di carboidrati e vitamina C). Inoltre è un alimento sano, nutriente e facilmente assimilabile. È ricco di proteine e in particolare di aminoacidi essenziali e quindi possiamo dire che non esistono proteine con un valore biologico superiore a quelle dell’uovo.

Tabella 1 – Principali caratteristiche nutrizionali (valore per 100 g di alimento) delle uova

tab_uova_gallina

Il tuorlo dell’uovo, fonte di crescita per l’embrione, è ricchissimo di proteine e di grassi. I grassi rappresentano il 32% del peso complessivo del tuorlo e sono formati dai seguenti composti:

  • per il 50% da acido oleico (monoinsaturo);
  • per il 20% da acido linoleico (acido grasso polinsaturo omega-6);
  • per il 30% da acidi grassi saturi (colesterolo).

Il tuorlo è ricco anche di:

  • lecitina, che svolge una importante azione positiva perché riduce il colesterolo LDL (quello “cattivo”);
  • vitamine: vitamina A (due uova coprono circa il 25% del fabbisogno giornaliero di questa vitamina), vitamina B1, B2, B6, B12, D, PP;
  • minerali, specie potassio, ferro, zolfo, magnesio e calcio, mentre è povero di sodio e quindi viene permesso nelle diete iposodiche, diversamente dall’albume che è ricco di sodio.

Come abbiamo detto, l’unico difetto nutrizionale dell’uovo è che è praticamente sprovvisto di vitamina C e di carboidrati, e pertanto è opportuna la sua integrazione con ortaggi e cereali integrali.
Il valore nutritivo di un uovo medio di gallina corrisponde a quello di 120 g di latte vaccino, 50 g di carne o 60 g di cervello bovino.

Evitare le uova di galline tenute in gabbia

Per sfruttare tali benefici, però, è necessario che le uova non provengano da galline tenute in gabbie piccole o sovraffollate (batterie) e alimentate con mangimi e frequenti antibiotici.
Sappiamo infatti che le galline in gabbia:

  • sono molto più aggressive e spesso diventano addirittura cannibali, tanto che è necessario tagliare loro il becco;
  • subiscono innumerevoli danni biologici: osteoporosi, fratture ossee, deformazioni degli arti, aumento degli ormoni dello stress (cortisolo e catecolamine), hanno un sistema immunitario più debole e quindi sono più soggette a malattie infettive (e quindi all’uso degli antibiotici), ecc.

Il regolamento CEE 834/2007

Per i prodotti da agricoltura biologica, il regolamento della Comunità Europea n. 834 del 2007 prevede:

  • libertà per gli animali di entrare e uscire liberamente dal ricovero;
  • alimentazione solo con prodotti da agricoltura biologica, quindi assenza di coloranti di sintesi e di prodotti provenienti da organismi geneticamente modificati (OGM);
  • un minimo di 4 mq di prato per gallina attorno al ricovero;
  • un massimo di 6 galline per mq all’interno del ricovero;
  • qualora ve ne fosse necessità, gli animali devono essere curati con l’omeopatia e la fitoterapia veterinaria.

Quante uova si possono mangiare?

Noi dobbiamo cercare di consumare un maggior numero di uova, rispetto la nostra media nazionale, che ovviamente varia in base all’età:

  • bambini dai 2 ai 3 anni: 2-3 uova alla settimana;
  • bambini dai 4 ai 5 anni: 3-4 uova alla settimana;
  • ragazzini dai 6 ai 9 anni: 4-6 uova alla settimana;
  • ragazzi dai 10 ai 12 anni: 6-7 uova alla settimana;
  • ragazzi dai 13 ai 18 anni: 7-10 uova alla settimana;
  • adulti: 3-4 uova alla settimana;
  • anziani: 2-3 uova alla settimana.

In particolare, sarebbe da abituare i ragazzi a mangiare l’uovo di mattina perché l’uovo:

  • è veloce da consumare;
  • è un alimento nutrizionalmente completo;
  • è adatto ai giovani perché essi mangiano poco e male la mattina, pur essendo a digiuno dalla sera e avendo bisogno di molta energia per affrontare lo studio scolastico delle prime ore della giornata;
  • è ricco di colesterolo e questa sostanza è la molecola base da cui si formano tutti gli ormoni sessuali che sono di estrema importanza durante l’adolescenza.

Attenzione alle uova che acquistate

Prima di acquistare delle uova, però, è necessario guardare il numero presente sulla confezione (alcuni produttori lo stampano sulle uova). È un numero che precede la sigla IT seguita poi da vari numeri.
È un numero importante perché identifica il tipo di allevamento:

  • codice 0 (allevamento biologico): L’ACQUISTO DI QUESTE UOVA VA SEMPRE PREFERITO!
  • codice 1 (allevamento all’aperto)
  • codice 2 (allevamento a terra)
  • codice 3 (allevamento in gabbia): L’ACQUISTO DI QUESTE UOVA VA SEMPRE EVITATO!

 

Sull’argomento ho scritto il libro “L’Alimentazione che può prevenire e curare le nostre malattie