gravidanza_a

Acido folico: la vitamina che devi assumere in gravidanza

In quanto genitore, l’aspetto su cui ancora una volta devi puntare è la prevenzione e il mantenere uno stile di vita sano.

L’assunzione di acido folico (vitamina B9) è molto importante in gravidanza e allattamento, perché evita (quindi previene) l’instaurarsi di un gran numero di malformazioni e patologie.

Te ne cito solo alcune:
- Difetti del tubo neurale (spina bifida, anencefalia, encefalocele): in Italia questi disturbi colpiscono un bambino ogni 1.000 nati.

- Malformazioni congenite, come labio/palatoschisi, cardiopatie congenite, malformazioni genitourinarie, difetti a carico degli arti.

- Patologie perinatali: aborti spontanei, ridotta crescita intrauterina, basso peso alla nascita, distacco intempestivo della placenta, parto prematuro, pre-eclampsia.

Oltre tutto, è stato pubblicato qualche anno fa uno studio del Journal of American Medical Association (Surén P. et al., 2013) in cui è riportato che l’assunzione da parte della madre di acido folico nel periodo intorno al concepimento (da 4 settimane prima fino a 8 settimane dopo l’inizio della gravidanza) è associata a una significativa riduzione anche del rischio di autismo (39% in meno).

L’autismo, che ha molte cause, è una delle patologie più gravi dello sviluppo di un bambino e la carenza di acido folico o le alterazioni genetiche legate al suo metabolismo rappresentano un fattore di rischio, facilmente risolvibile con una adeguata integrazione.

Quando cominciare l’integrazione con l’acido folico?

Se la gravidanza è programmata, inizia almeno 1 mese prima con l’assunzione di 0,4 mg/die (corrispondenti a 400 µg o mcg/die).
Durante la gravidanza aumenta il dosaggio a 0,6 mg/die, mentre durante l’allattamento puoi ridurlo a 0,5 mg/die. In caso di complicazioni o fattori di rischio evidenti, il dosaggio può aumentare fino a 4-5 mg/die (in qualunque caso consultate il vostro medico).

Vedi dunque quanta importanza riveste l’assunzione di un integratore vitaminico specifico durante la gravidanza e l’allattamento, essendo in grado di rafforzare il tuo stato di salute e al tempo stesso quello di tuo figlio.

Questo è solo uno degli accorgimenti che puoi attuare ogni giorno per preservare la salute di chi ti è caro.